sabato 31 gennaio 2015

Benvenuto " Carlo"

 
 
Inizio settimana è nato Carlo , primo figlio di amici di mia figlia Caroline ed ecco quello che avevo preparato per lui, come sempre scelto da mia figlia.
Il " pochon" è stato fatto in un divertente tessuto americano color jeans con orsetti.
 

 
 
Questa è la "trousse" per bagno schiuma, shampoo e creme varie...
 
 
 
 
Con un bel bottone di legno... adesso mi sono accorta che non ho la foto del porta ciuccio .
 
Caroline è la più piccola dei miei figli ed è la sola che mi fa sempre ordinazione per i suoi amici ...
compleanno, nascita, matrimonio , ma posso dire che mi fa sempre molto piacere... passa da me, sceglie tessuti e soprattutto mi dice per quando ne ha bisogno anche se adesso con Lilou per me sarà più difficile lavorare. 
 
Buon weekend a tutti voi,
 
Brigitte
 

8 commenti:

  1. Magnifica la sacca,ma,,,la trousse è sublime,quei bottoni sono un tocco di classe. complimenti
    ciaooooo
    Viola

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mi diverto a trovare bottoni diversi...grazie tanto

      Elimina
  2. Bri molto belli i tuoi ultimi lavori.....ma perché non torni a deliziare con i tuoi ricami di finestre con fiori e vari punti che io non so fare? attendo con pazienza .....un abbraccio Nirvana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie tanto Nirvana ma non ho più un minuto per me ... e la sera quando torno a casa sono distrutta, a presto un abbraccio

      Elimina
    2. da nonna a nonna, è saggio per almeno una volta ogni tanto,,anzichè la cosa giusta,bisognerebbe ritornare su ciò che si amava fare e che riempiva la giornata di felicità.....un doppio abbraccio

      Elimina
  3. Siete una coppia vincente tu e tua figlia! Lei sceglie delle stoffe molto carine e tu realizzi lavori bellissimi!!!
    Franca

    RispondiElimina
  4. grazie mille, ho due figlie molto diverse ma sia per una che per l'altra non posso fare niente senza il loro consenso ..........

    RispondiElimina
  5. Bellissimi tutte e due, anchio sono nelle tue condizioni con le mie figlie. Ciao Giordana.

    RispondiElimina